9 Cose da Visitare a Santorini e Consigli Pratici

Se non lo avevate ancora capito, Santorini mi è rimasta nel cuore. Potrà sembrarvi un’affermazione banale, l’avrete sentita milioni di volte , ma è veramente come tutti la descrivono e anche di più. Per giudicare dovete visitarla, viverla, esplorarla.  E la amerete di certo, ve lo assicuro.

Vi affascinerà con i suoi incredibili tramonti ma anche con le sue albe, più discrete e silenziose, dai colori pastello. Vi abbaglierà con il bianco delle costruzioni tipiche contrapposto ai colori scuri delle rocce della sua terra, con il turchese brillante delle tante cupole, delle finestre e dei piccoli cancelli all’ingresso delle abitazioni, colori che non a caso sono il simbolo della Grecia. Toccherete con mano i forti contrasti tra il lusso estremo delle città-bomboniera con hotel e studios da mille e una notte e la vita povera dei contadini che si spostano tutt’ora con gli asini e che a famiglie intere si piazzano ai lati delle strade cercando di attirare i turisti e convincerli all’acquisto dei propri prodotti.

Vi riporto di seguito una lista con le principali attrazioni dell’isola, se cercate consigli su cosa visitare a Santorini potete prendere qualche spunto. : )

1. FIRA
Fira è la capitale, un complesso di casette bianche dall’inconfondibile stile architettonico cicladico, arrampicate sulla scogliera a picco sulla caldera e tagliate da una fitta rete di vicoli.
Ricca di bar, negozietti, locali, ristoranti, gelaterie è la meta ideale per chi cerca un po’ di movida serale (nulla a che fare con Mykonos, eh). Durante il nostro soggiorno abbiamo fatto base qui, in un hotel situato proprio nel centro della città dal quale abbiamo potuto muoverci sempre a piedi la sera.
Fira Santorini2. FIROSTEFANI e IMEROVIGLI
Proseguendo a nord di Fira, troverete i meravigliosi villaggi di FIROSTEFANI e IMEROVIGLI. FIROSTEFANI è da considerarsi come il piccolo ‘quartiere’ di Fira, facilmente raggiungibile a piedi dal capoluogo (dista da un solo km). E’ il punto di vista più alto sulla caldera, noi siamo stati qui anche di sera e abbiamo potuto godere della magnifica vista su Fira di notte. Da qui, si può udire in lontananza il chiacchiericcio della gente a cena nei ristoranti, le tante piccole luci danno l’impressione di trovarsi in un presepe, un vento fresco e umido sale dalla caldera, regalando brividi sulla pelle. Più a nord si trova IMEROVIGLI, una zona di lusso dalla tranquillità assoluta, ricca di hotel, appartamenti e ristoranti di altissimo livello. Solo per chi ha un budget molto, ma molto alto.

Thera Santorini
imerovigli santorini

3. OIA
E’ forse il paesino più pittoresco, situato sulla punta nord dell’isola e costruito proprio sul bordo della caldera. Famoso per i tramonti mozzafiato e per i suoi mulini a vento, custodisce ai suoi piedi la splendida baia di Ammoudi: un piccolo affascinante porticciolo incorniciato da scogliere rosso vivo dove l’acqua è incredibilmente cristallina, perfetto per un pranzetto di pesce fresco a pochi centimetri dal mare. (qui tante altre foto di Oia)
Oia Amoudi Bay

4. SPIAGGE
Quando sento nominare KAMARI e PERISSA, quello che mi viene in mente è ‘relax totale’. Pur essendo agosto, abbiamo trovato spiagge vivibilissime e poco affollate: gli ombrelloni e i lettini sono molto distanziati tra di loro, potrete godervi ore di riposo nella tranquillità più assoluta.
Perissa Beach

Per quanto riguarda la tanto decantata RED BEACH, confermo la bellezza e la particolarità del luogo con la suggestiva scogliera color ruggine, ma non ve la consiglio come spiaggia in cui rimanere. Abbiamo trovato un caldo soffocante dovuto alla mancanza di vento e al costone sovrastante che la ripara, la spiaggia rocciosa e scomoda, il pericolo di frane (una è visibile nella foto sotto), numerose alghe sul bagnasciuga, rifiuti lasciati da turisti incivili. Il tutto, dopo aver fatto un sentiero piuttosto impervio per raggiungerla. Insomma, non proprio un paradiso! Da qui se lo desiderate è possibile raggiungere via mare la vicina WHITE BEACH.
Red Beach SantoriniDa raccomandare una sosta alla meno nota spiaggia di VLYCHADA: molto bella e particolare la contrapposizione delle pareti in pietra chiara con la sabbia più scura. Non posso dare un giudizio sulle spiagge della zona nordest – ce ne sono diverse come BAXEDES – perché durante la nostra permanenza sono state sempre colpite dal Meltemi, il fortissimo vento tipico che rendeva impossibile anche solo il pensiero di avvicinarsi.
Vlychada beach Santorini

5. Scavi archeologici di AKROTIRI
Sfortunatamente non abbiamo potuto visitarli in quanto erano chiusi per restauro. Credo comunque non possiate farvi mancare questo pezzo di storia nel vostro viaggio a Santorini. Qui è stata rinvenuta un’antichissima città conservata sotto strati di lava risalente a migliaia di anni fa. Ho letto opinioni piuttosto contrastanti al riguardo, c’è chi afferma non ne valga la pena. Che dire, se ne avete la possibilità o vi si presenta un giorno di maltempo in cui non sapete cosa fare provate!

6. PYRGOS
Il punto più alto dell’isola, l’antica capitale di Santorini nel quale si trova il monastero del Profeta Elia. Da qui potrete avere una vista panoramica a 360 gradi sul Mar Egeo! Magari non fate come noi, prima di salire assicuratevi di avere il pieno di benzina : )
View from Pyrgos Santorini

7. NEA KHAMENI e THIRASIA
Esistono delle escursioni organizzate in caicco che comprendono la gita al Vulcano Nea Khameni, alle Hot Springs e Thirasia, oppure è possibile recarsi in quest’ultima isola in modo indipendente partendo dal porticciolo di Ammoudi. Noi abbiamo optato per la seconda soluzione causa il forte caldo, un po’ mi dispiace non essere andata al Vulcano ma le condizioni climatiche erano davvero proibitive in quei giorni. Mettendo piede a Thirasia, il contrasto con Santorini è immediato: sul molo solo gli abitanti del posto, qualche negozietto e dei ristorantini, il tutto in uno stile piuttosto spartano. Consigliato a chi vuol assaporare l’autenticità di un luogo non ancora contaminato dal turismo di massa.
nea khameni thirasia view

8. TOUR DEL ‘SUD’ in motorino:  FAROS, RED BEACH, VLYCHADA
Non mi fermerei tutto il giorno in queste zone, noi abbiamo optato per un tour, fermandoci di tanto in tanto ad immortalare le zone che più ci colpivano. Percorrete tutta la spettacolare Lighthouse Road che porta al faro situato nella punta sud ovest dell’isola. Da qui è possibile avere il più ampio panorama sulla caldera, con una vista completa su Fira, Oia e tutto il versante ovest.
Santorini Faros vista

9. CANTINE DI SANTORINI
La particolarità delle vigne di santorini è che sono molto basse perché coltivate a terra, a forma di cesto per proteggere l’uva dal forte vento che colpisce l’isola. Nonostante l’aridità dei mesi estivi e le scarse precipitazioni, i vitigni sopravvivono grazie alla preziosa rugiada che si posa come un manto sul terreno durante la notte e costituisce la principale fonte di irrigazione.

E ora, alcuni CONSIGLI PRATICI.
Come muoversi?

L’isola è piccola e molto facile da girare. Per disporre del vostro tempo in piena libertà e andare alla ricerca anche dei posti meno convenzionali consiglierei di noleggiare uno scooter. Un mezzo comodo, veloce (più o meno), poco costoso. Le alternative? Il quad, che si rivela perfetto nello sterrato. Non consiglierei invece l’auto per il costo maggiore e la carenza di parcheggi. Tenete presente che le strade a Santorini non sono il massimo, di notte non esiste illuminazione e l’asfalto viene reso scivoloso dall’umidità. Perciò, viaggiate di giorno e spostatevi il meno possibile di notte.

Dove alloggiare?
Se amate soggiornare vicino al mare e andare in spiaggia a piedi, vi consiglio di orientare la vostra scelta nella zona tra Kamari, Perissa e Perivolos. Tanti i ristorantini e le taverne nei dintorni, gli ultimi due villaggi offrono happy hour molto carini e movimentati. Tra le tre, Kamari è la più animata di sera e la più comoda per raggiungere Fira (bastano 10 minuti), ha la spiaggia di ghiaia con fondale sassoso mentre a Perissa e Perivolos troverete la classica sabbia scura.
Se di sera desiderate un po’ più di movimento, vi consiglio di optare per Fira su tutte. Più tranquilla invece è Oia, a nord dell’isola. Nell’ipotesi di soggiorno a Fira o Oia, per raggiungere il mare dovete necessariamente spostarvi in motorino/auto/bus. Scegliete bene il posto in base a cosa preferite fare la sera, perché è vero che le distanze sono brevi – tutta l’isola è lunga circa 25 km – ma spostarsi in motorino richiede comunque tempo e non lo consiglierei di notte in quanto le strade sono completamente buie e c’è molta l’umidità; una volta calato il sole, l’isola si ricopre della famosa rugiada notturna e finirete col ritrovarvi infreddoliti e bagnati!

Vedi anche:
A Santorini, godetevi l’alba
Tutta la magia del tramonto a Santorini

Il post ti è piaciuto o è stato utile? Lascia un commento o un ‘mi piace’ alla pagina Facebook del blog! ;)

Mente e cuore di The Curious Café, originaria della verde Umbria con un amore sconfinato per il mare. Travel & lifestyle blogger per passione, SEO e Social Media sono il mio pane quotidiano per lavoro.
CondividiShare on Facebook0Share on Google+57Tweet about this on Twitter0Pin on Pinterest1Share on LinkedIn3

17 thoughts on “9 Cose da Visitare a Santorini e Consigli Pratici

  1. E’ vero Santorini mi è rimasta nel cuore è un’affermazione banale ma sai quante volte anche noi lo abbiamo scritto e affermato? Perché è proprio come dici tu, è così non c’è dubbio :)

    Elisa

    • Si Elisa, tra tutti i racconti e i commenti che mi è capitato di leggere, l’opinione è una sola: che sia un posto veramente speciale, oltre che incredibilmente bello. Grazie per essere passata! ;)

  2. Non vedo l’ora di partire!!! tra 2 settimane io e mio marito partiremo per santorini.
    volevo chiedere un piccolo consiglio: più o meno il budget settimanale quale potrebbe essere???

    • Ciao Valentina! Il budget dipende molto da quello che deciderai di fare: se mangerai sempre fuori o se i pasti sono compresi nella tua soluzione di alloggio, quale mezzo noleggerai per gli spostamenti, se vorrete fare delle escursioni (tipo al vulcano, thirasia) o qualsiasi altra attività. Il budget può cambiare di molto! Se vuoi scrivimi un’email, la trovi alla sezione contatti. Ti auguro delle buone vacanze!

  3. Ciao! Cercavo informazioni su Santorini e sono incappata nella piacevolissima lettura del tuo articolo.
    A fine agosto prossimo partiremo per Santorini e, leggendo, mi sono entusiasmata più di quanto già non fossi. Leggo che tu consiglieresti di alloggiare a Fira, anche io ero di quell’avviso. Posso chiederti dove hai deciso di alloggiare? Stavo guardando or ora luoghi e offerte :)

    Grazie mille,
    Barbara

    • Ciao Barbara! Grazie mille, sono contenta che il mio articolo ti sia utile nella tua decisione di trascorrere una vacanza in questo posto magico :) Io ho alloggiato in centro a Fira, al Kallisti Thera Hotel e mi sono trovata molto bene. Tu hai già scelto? Un abbraccio e a presto!

  4. Buongiorno , leggendo il tuo articolo mi sono ancora più innamorata di Santorini.
    Ho proprio bisogno di consigli su dove alloggiare, siamo io mio marito e i miei due figli 16 e 11 anni. Pensavo di noleggiare quad….e di prenotare un hotel con piscina….non so se è meglio fira e girare poi col motorino per le spiaggie o se alloggiare direttamente sul mare….
    Se mi potete aiutare e anche consigliare un hotel
    Erika

  5. io ho prenotato a villa machalis…a vyclada..speriamo bene…dal 13 giugno al 24…ma ho letto che hai scritto che è un po fuorimano..NN volevamo certo fare vita notturna..ma almeno qualche passeggiata la sera..qualche negozio..o mangiare in qualche ristorantino…poi andare a dormire…mha? speriamo bene..

    • Ciao Caterina, Vlychada rimane un po’ isolato rispetto ai centri principali, ma conta che con 13/15 minuti di auto/scooter puoi raggiungere Perissa che per la sera è comunque carina. Per arrivare a Fira conta una mezz’oretta! Hai noleggiato un mezzo?

Scrivi un Commento: