Cosa vedere a Torino in tre giorni, l’itinerario

piazza_castello_vista_mole_torino

Non è una delle classiche mete turistiche, ma è una città che ha veramente molto da offrire. Stiamo parlando di Torino, l’elegante prima capitale d’Italia, dove il barocco delle grandi residenze sabaude è mescolato perfettamente ai capolavori del liberty.

Quando si parte alla scoperta di un posto nuovo il tempo a disposizione è sempre troppo poco e occorre organizzarsi bene per sfruttare al meglio ogni momento. Tramite l’app di Airbnb – che adoro letteralmente – ho trovato un piccolo loft in pieno centro, a soli due minuti a piedi da piazza Castello e piazza Reale . A due passi c’erano molti bar, ristoranti e tutte le comodità. Semplicemente perfetto!

Prendendo spunto dalla mia esperienza ecco un itinerario su cosa vedere a Torino in tre giorni, magari può essere utile per organizzare il vostro weekend!

  • Per il primo giorno consiglierei una lunga passeggiata panoramica nel centro cittadino, in modo tale da individuare quali attrazioni vi interessano di più. E se poi è complice il clima primaverile e un sole splendente, vi serviranno solo due buone gambe per godervi lo spettacolo!

Torino, via vista MoleTorino, una via della città

Chiesa della Gran Madre di DioTramonto sul Po, Vista sulla Chiesa della Gran Madre di Dio

Piazza Vittorio, TorinoPiazza Vittorio, vista dalla Chiesa della Gran Madre di Dio (Torino)

  •  Il secondo giorno suggerirei di iniziare con una visita al Museo egizio (vedi qui l’articolo dedicato). Consiglio caldamente di prenotarne una guidata il giorno prima; le guide sono veramente brave e preparate e vi racconteranno aneddoti molto curiosi ed interessanti. In questo modo, potrete conoscere la storia del più piccolo reperto, che sulle prime potrebbe apparire insignificante ma vi assicuro, nessuno di essi lo è. Ho visitato il museo l’8 marzo e proprio in occasione della festa della donna era stata organizzata una visita tematica sulla Donna al tempo dei faraoni.

Museo Egizio, TorinoMuseo Egizio, Torino

Nel pomeriggio, non perderei l’occasione di una visita al Polo Reale (un solo biglietto comprende il Palazzo Reale, l’Armeria, la Galleria Sabauda e il Museo Archeologico). Il Palazzo Reale con le sale sfarzose, i ricchi soffitti barocchi in legno, oro a volontà, arazzi, affreschi che celebrano la grandezza della Dinastia Sabauda, antiche porcellane orientali, vi conquisterà di certo [tutti i dettagli qui].

Palazzo Reale, TorinoPalazzo Reale, un particolare dell’ingresso

  • Il terzo giorno si può optare per una visita alla Mole Antonelliana e al Museo del Cinema; arrivate presto ed eviterete attese troppo lunghe. La salita sulla cima del monumento simbolo di Torino è da non perdere. Un ascensore con pareti di cristallo vi porterà rapidamente a quota 85 Mt, da dove potrete ammirare un meraviglioso panorama della città, con la suggestiva cornice delle Alpi sullo sfondo (visibile in assenza di foschie). E’ possibile anche decidere di affrontare la salita della cupola a piedi, un percorso inedito da raccomandare solo a chi è allenato e gode di perfetta salute!

L'ombra proiettata dalla Mole Antonelliana sulla cittàL’ombra proiettata dalla Mole Antonelliana sulla città

Panorama di Torino dalla Mole AntonellianaPanorama di Torino dalla Mole Antonelliana

Il Museo del Cinema non è una classica esposizione e vi permetterà di vivere un’esperienza che vi farà entrare dentro la storia della fotografia, della sua evoluzione, di scoprire i segreti dell’ottica, delle immagini e dell’animazione, fino ad arrivare al concetto di cinema vero e proprio. Molto originale! Trovate il tempo, durante la giornata, di godervi un po’ di sole e relax al vicino Parco del Valentino (clima permettendo).

Museo del CinemaMuseo del Cinema

Castello del ValentinoCastello del Valentino

In tre giorni molte cose interessanti rimangono fuori come il Museo dell’Automobile, la Reggia di Venaria, la Basilica di Superga, il Museo Civico di Arte Antica a Palazzo Madama, Il Museo di Arte Orientale, per i tifosi lo Juventus Stadium e molto altro ancora. Sta a voi personalizzare la vostra esperienza in base ai vostri gusti!

Mente e cuore di The Curious Café, originaria della verde Umbria con un amore sconfinato per il mare. Travel & lifestyle blogger per passione, SEO e Social Media sono il mio pane quotidiano per lavoro.
CondividiShare on Facebook0Share on Google+33Tweet about this on Twitter0Pin on Pinterest1Share on LinkedIn0

Scrivi un Commento: